• Benvenuti su XenForo Italia!

    Stai navigando nella nostra community come Ospite.

    Avere un account su XenForo Italia ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni, scaricare i file di traduzione in italiano, vedere le immagini e i video a formato intero, iniziare conversazioni personali con gli altri membri del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Condividi anche tu la tua passione per XenForo!

    Registrarsi è gratis ed elimina la pubblicità

Maximilian

Admin XenForo
Punteggio reazioni
34
Punti
55
Mi riferisco ovviamente alla possibilità di integrare il db di CMS con quelli del forum, in modo da perdere ai propri utenti tramite un'unica registrazione di poter partecipare sia al forum che al sito. Ricercatissimi e richiestissimi, raramente i developer delle forum community hanno soddisfatto tali esigenze (ci ha provato IPB con IP.Converge, ma il progetto sembra naufragato). Su XenForo c'è un bridge molto basic per XenForo, ma niente di eccezionale.

E' un peccato perchè in effetti non sarebbe stato difficile creare un bridge commerciale per i CMS più utilizzati (WordPress e Joomla) , che avrebbe costato meno fatica che sviluppare e mantenere un Add-on e avrebbe avuto una richiesta di mercato non indifferente.

Questa mancanza di risposte ufficiali ha costretto i forum admin a richiedere lavori "custom", con conseguente esborso maggiore e problematiche nel caso di update delle piattaforme...insomma, è un bel problema.

Voi ritenete che per una community di successo sia necessaria l'integrazione fra forum e sito? Che vantaggi comporta? Ritenete che siano sufficienti visti i vari problemi nell'upgrade?
 

najaru

Moderatore
Punteggio reazioni
91
Punti
75
Io non sono un amante dei bridge, ma ho usato quello di bbpixel per un po di tempo. Il suo lavoro lo faceva.
Diciamo che se non è necessario avere sezioni riservate sul sito è meglio evitarli.
Ci sono anche poi dei mezzi bridge, come il rokbridge, che crea un modulo di login e identificazione utente sul sito, mentre invece si riferisce al forum.... è molto utile
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
A mio parere se si sente la necessità di un bridge si è sbagliata la scelta della piattaforma utilizzata per il proprio progetto.
 

najaru

Moderatore
Punteggio reazioni
91
Punti
75
bhe però delle volte uno è partito tempo prima con un CMS, e poi è necessario integrare con altro, e per non scegliere dei prodotti integrati che non sono di qualità ci si affida a prodotti professionali ma con bridge
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
Si ma l'uso delle piattaforme per sopperire all'incapacità di costruire delle webapp non da mai grandi risultati. A quel punto meglio un vBsuite specie in ottica SEO. Un WordPress con uno XenForo per esempio è un'accoppiata che manda in botta il SEO. Poi il discorso è sempre la qualità del progetto che c'è alle spalle. Molta gente vuole il CMS perchè fa figo ma poi non sa cosa metterci dentro duplicando contenuti malconfezionati qua e la.
Qualche pagina in HTML ben scritta è decisamente più efficiente.

E allora se progetti una community, userai o un forum, se vuoi un blog, userai WordPress, se vuoi uno shop, sceglierai Joomla.

Se poi alla community (core) vuoi aggiungere uno shop hai due possibilità: O bridgi Joomla (auguri) oppure scegli una di scriverti delle pagine in HTML per vendere quello che devi vendere (off core). In questo ultimo caso a mio parere tutti scelgono Joomla massacrando il SEO del sito, usando una mezza piattaforma da aggiornare, mantenere, gestire ecc.

Se invece alla community (core) vuoi aggiungere un blog, fai prima a fare una bella categoria annunci/articoli ecc.. Sarà meglio indicizzata e più letta dagli utenti (e genererà più revenue in pubblicità).

La questione (senza offesa per nessuno) è che dietro a un sito, quasi mai c'è un progetto chiaro. Ed un tallone d'achille mostruoso. Per tutti, admin e utenti (navigabilità, crescita, pubblicità).

E' come dire. Mi sono fatto la mia bella auto (da cosa? Da corsa? Da turismo? Station wagon?). E ora ci aggiungo una bella moto da corsa!
Un blog è un prodotto editoriale che mal si sposa con un forum (community sociale). I contenuti sono sempre la cosa più preziosa e sono loro a dare la direzione al sito. Non le scelte del webmaster.
Uno shop è già più un "accessorio" che potrebbe avere il suo significato. Ma se diventa prioritario, meglio aggiungere un forum a un shop che non il contrario (indicizzazione).

Insomma ci vogliono le idee chiare più che i bridge IMO
 

najaru

Moderatore
Punteggio reazioni
91
Punti
75
Bhe ovviamente la maggiorparte delle scelte sbagliate è dettata dall'inesperienza e dall'impossibilità economica di permettersi qualcuno che ci aiuti in questo tipo di parte organizzativa iniziale.
Io sono il primo ad aver sbagliato, e tanto. Ma sono state le prime esperienze, non poteva essere diverso.
Ora sono passato in una fase in cui non potevo sbagliare, perchè la board da utilizzare era per forza solo una. E' come questo progetto di supporto italiano XenForo, non si può fare in modo divero (anche se con della fantasia c'è anche chi avrebbe potuto inventarselo in altro modo).
Ora però su ancora un nuovo sito che ho fatto per me ho dovuto scegliere una piattaforma da abbinare a Joomla. Ebbene, ho scelto phpBB3, nonostante avessi (in teoria) dovuto scegliere un forum integrato. Ho scelto quella forum board perchè è quella che in generale si integra meglio con Joomla, sia graficamente che come bridge: sia chiaro, per Joomla gli utenti non mi interessavano, ma volevo vedere di avere una sorta di collegamento vero che però in effetti non esiste e non è un bridge vero e proprio perchè non va a pasticciare gli utenti in Joomla ma li lascia solo nel forum. I bridge secondo me dovrebbero essere cosi: un master che comanda e ha gli utenti, e gli altri software che ci girano intorno come schiavi senza venire invasi dagli utenti, ma vedendoli come tali..... almeno questo è il mio modo di vedere le cose al momento (almeno per non andare troppo a fondo con interazione tra i database)
 

Maximilian

Admin XenForo
Punteggio reazioni
34
Punti
55
  • Autore discussione Autore discussione
  • #7
giorgino, non ho capito bene la tua posizione. Io mi riferisco alla situazione classica in cui si abbia un sito coi contenuti (news, articoli, approfondimenti sulla tematica) + un forum di discussione per gli utenti. In quel caso un bridge fa davvero comodo, perchè (lo so per esperienza) aumenta nettamente le letture agli articoli del sito, e di conseguenza i commenti. Avendo un pò di commenti si può chiudere il sito ai visitatori, invitandoli a registrarsi per commentare. E se il sito è buono, questo è un sistema extra per ottenere nuovi utenti! Ai tempi in cui usavo phpBB era semplice trovare bridge per WordPress e Joomla, che il loro dovere lo hanno sempre fatto...quando son passato a vBulletin, ahi dolori...bridge incompleti, casotti vari, vai a cercare qualcuno bravo col coding che sistema etc...comunque li ho sempre ritenuti molto importanti.

Parli del CMS di vBulletin, che è una cosa oscena: pesantissimo, limitatissimo, non estensibile nè "scalabile". Di fatto inutilizzabile (almeno a mio parere). Quello di IPB è già più decente, ma rimangono a mio parere più degli Add-on che dei veri CMS, specie per chi ha voglia di sperimentare (WordPress in questo è fantastico, per qualsiasi esigenza hai il plugin apposito).
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
Per Bridge io intendo uno script in php che mi permette di avere la stessa base utenti per due piattaforme diverse, quindi una registrazione comune e un'integrazione tra due DB. Ma non solo. Non ci deve essere una separazione tra una piattaforma e l'altra.

Ribadisco che IMO è pessima idea utilizzare un sistema del genere.

La soluzione di cui tu parli, non necessita di alcun bridge se lo fai per i contenuti: Si tratta di WordPress installato nella root e un forum installato in ./forum/

Tenere aperti i commenti (cioè il cuore dell'attività della community) su entrambe le piattaforme è il modo classico (molto di moda) di disperdere i contenuti e gettare nel panico Google (core del sito, duplicati, ecc.) e gli utenti (non capisco più dove posso commentare, di "qua" o di "la"?)

Questo intendevo. Quindi non occorre nessun bridge, con problemi vari di aggiornamenti, compatibilità, migrazione, SEO, sitemap, sitelink, ecc.
Quando capito su un sito come intendi tu (ce n'è uno sulle Wii se non erro) mi viene male. Non so dove cercare. Negli articoli "a scomparsa" di WordPress, o nel forum?

Dire che WordPress si un prodotto maturo ormai, è un conto. Dire che è la panacea per tutti i contenuti, io ci starei attentino...
Comunque sono tutte considerazioni assai personali e per nulla monolitiche. Ognuno assume la sua strategia. E ogni progetto può esistere in 1.000 forme di successo. Si fa per parlare...
 

najaru

Moderatore
Punteggio reazioni
91
Punti
75
perchè dici che i motori di ricerca non ci capiscono più nulla? articolo sul sito e commenti sul forum. No? Meglio articoli e commenti sul forum stesso? però i forum non sono piattaforme ottimizzate SEO avevi detto.
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
Perchè i motori cercano di "capire" se sei un giornale, un sito di intrattenimento, un editore (leggono anche i dati nel footer con sede, partita IVA ecc), uno shop, un forum, una community, ecc. Avere due installazioni lo può fuorviare. Inoltre detesta la duplicazione dei contenuti, inevitabile gestendo due siti separati in uno, ecc.

Il che non vuol dire che sia una scelta pessima in tutti i casi. Ogni progetto ha il suo significato e i suoi milestones, se è ben progettato.
Voglio dire: Se avere due installazioni fa parte di un progetto ben congeniato, ci saranno dei vantaggi che compenseranno gli svantaggi. Se uno viaggia a caso, è difficile imbroccare un progetto buono per caso.
L'ansia dell'admin medio è avere un sito "bello", dimenticandosi che la cosa più importante è che sia "buono", ben navigabile, ben interpretabile da Google. Una home page accogliente e ben costruita deve avere una "missione". Non deve *per forza* "fare qualcosa" che ci piaccia. Non so se mi spiego.

Molto è da imputarsi all'invidia sana di molti admin di avere un sito più complesso e completo di quelli editoriali dimenticandosi che non si è scelto di fare un blog, ma una community.
La nostra home page per esempio è (quasi) perfetta. Orienta l'utente, gli fa capire che qui c'è un mucchio di gente, contiene tutti gli strumenti per entrare nella community e restare aggiornato. Punto.

Ci starebbero bene - che ne so - gli annunci del sito? Se ci pensi bene no. O meglio "farebbero bello", ma non servirebbero nè agli utenti nè a Google. Tutto questo però - ribadisco - dipende dal progetto e dalle sue finalità
 

najaru

Moderatore
Punteggio reazioni
91
Punti
75
Si tutto giusto, ma non capisco come i motori di ricerca possano capire il tipo di sito basandosi sulle piattaforme utilizzate o sulle combinazioni tra di esse....
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
Ogni piattaforma è ampiamente riconoscibile dalla sua struttura ma anche da alcuni tag HTML.
Google legge sempre e solo i testi ed è li che bisogna concentrarsi. Se vuoi vedere come Google vede il tuo sito, in Webmaster Tools c'è uno strumento apposito ;) Fatti un'idea e vedrai che casino...
 

Maximilian

Admin XenForo
Punteggio reazioni
34
Punti
55
  • Autore discussione Autore discussione
  • #13
Per Bridge io intendo uno script in php che mi permette di avere la stessa base utenti per due piattaforme diverse, quindi una registrazione comune e un'integrazione tra due DB. Ma non solo. Non ci deve essere una separazione tra una piattaforma e l'altra.

Ribadisco che IMO è pessima idea utilizzare un sistema del genere.

La soluzione di cui tu parli, non necessita di alcun bridge se lo fai per i contenuti: Si tratta di WordPress installato nella root e un forum installato in ./forum/

Tenere aperti i commenti (cioè il cuore dell'attività della community) su entrambe le piattaforme è il modo classico (molto di moda) di disperdere i contenuti e gettare nel panico Google (core del sito, duplicati, ecc.) e gli utenti (non capisco più dove posso commentare, di "qua" o di "la"?)
giorgino, dare la possibilità agli utenti di commentare anche nel sito col medesimo account è una soluzione praticata con successo da vari siti web, talmente tanti che mi viene difficile trovare esempi. Potrei citarti per esempio hwupgrade.it (tramite lo stesso account con cui ti sei registrato al forum puoi commentare le news, lì penso che il CMS usato sia fatto da 0), Nanoda.com o Officinadigitale.org (dove c'è un bridge WordPress - phpBB) e via dicendo...non vedo sinceramente dove potrebbe esserci confusione per l'utente o per Google.

La duplicazione dei contenuti c'è solamente se fai sì che i commenti nel sito/blog diventano post nel forum, pratica che non ho mai seguito proprio per evitare questo problema (e fra l'altro, che utilità ha?).
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
A mio modestissssssimo parere che non vale un fico secco i siti da te citati - infatti - sono difficilmente navigabili e operano dispersioni di contenuti diminuendone l'efficacia SEO e di esperienza utente. Degustibus
 

Maximilian

Admin XenForo
Punteggio reazioni
34
Punti
55
  • Autore discussione Autore discussione
  • #15
A mio modestissssssimo parere che non vale un fico secco i siti da te citati - infatti - sono difficilmente navigabili e operano dispersioni di contenuti diminuendone l'efficacia SEO e di esperienza utente. Degustibus
Degustibus, ti faccio solo notare che molti fra le community più grandi usano bridge, non avendone poi da pagare "scotti" a livello di SEO. Nanoda per esempio nell'ambito manga è fra i più noti (cerca "manga" o "anime", è in top 10), in quanto ad HWUpgrade, bè è un leader nel suo settore...Non penso che lo spider operi quel tipo di categorizzazione ("CMS", "forum", "blog") in modo così netto. Certo poi, ognuno ha le sue opinioni e il suo modo di operare... :)
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
Scusa Max ma il SEO non è essere primi su una parola chiave. Per quello siamo capaci tutti. Per SEO intendo il posizionamento di 20.000 URL nei primi 3 posti per altrettanti 20.000 argomenti di punta sull'argomento. Oltre a Sitelink e quant'altro.

E' ovvio che se in settore c'è poco e tu sei il meno peggio, sei primo. Vedi XenForo Italia per esempio. Un gioco da ragazzi. Prova a competere con un sito leader utilizzando un bridge e poi ne parliamo.
Immagina se noi volessimo competere con XenForo.com. Utilizzare un bridge sarebbe penalizzante. Se fai un sito di pesca e sulla pesca sei l'unico puoi andare anche con 18 piattaforme incastrate, tanto sei l'unico.

Anche quello sulla Wii che citavo, è leader. Ma non ha competitors. Se li avesse non so se sarebbe leader. Questo intendevo.

Auguri eh! :D
 

Maximilian

Admin XenForo
Punteggio reazioni
34
Punti
55
  • Autore discussione Autore discussione
  • #17
Scusa Max ma il SEO non è essere primi su una parola chiave. Per quello siamo capaci tutti. Per SEO intendo il posizionamento di 20.000 URL nei primi 3 posti per altrettanti 20.000 argomenti di punta sull'argomento. Oltre a Sitelink e quant'altro.
Dipende quale chiave, ma poi quello era un esempio, ti ho citato 2 siti leader nel loro settore che sicuramente saranno fra i più visitati (anche e soprattutto da visite tramite mdr) per l'argomento che trattano. ;)

E' ovvio che se in settore c'è poco e tu sei il meno peggio, sei primo. Vedi XenForo Italia per esempio. Un gioco da ragazzi. Prova a competere con un sito leader utilizzando un bridge e poi ne parliamo.
"Manga" o "anime" non mi sembrano key poco competitive anzi...Solitamente chi è primo con una key secca con tanti risultati e tanta concorrenza ha anche sviluppato una buona "long tail" e buon numero di contenuti su tale argomento...comunque il discorso è che secondo me l'algoritmo di Google non è così balordo da andare in confusione per così poco, e non fa divisioni così nette...in quanto agli utenti, se si fanno le opportune scelte di design e di usabilità (creando un layout simile, stesse immagini e altri piccoli accorgimenti) beneficiano del bridge aumentando così la propria attività.
 

Il Custode

Custode del Forum
Membro dello Staff
Licenza Verificata
Punteggio reazioni
518
Punti
140
Si parla del sesso degli angeli. Io non comincerei un progetto confusionario oggi. E usare un bridge è confusionario, su questo non c'è dubbio. Che poi Google ad oggi si di bocca buona, è tutto da dimostrare. Quando ho eliminato WordPress da un form vBulletin le metriche sono schizzate in alto. E questa non è teoria.

Detto questo (che ho sperimentato personalmente e della quale sono certo) la cosa che conta sopra ogni altra è la bontà del progetto. La scelta della/e piattaforme è sicuramente secondario e può essere adeguato a un certo tipo di iniziative che sta solo al webmaster concepire, creare ed alimentare.

Il sito da cui ho eliminato WordPress andava comunque a gonfie vele con il 40% in meno di traffico da Google/Bing/Yahoo. E' ovvio che adesso va meglio ma non sarebbe comunque morto. Se WordPress fosse stato un requisito fondamentale al funzionamento del sito, lo avrei potuto tenere senza troppi patemi e un buon 40% di visite giornaliere in meno. In fondo, non era la morte di nessuno. O no? Dipende dalle finalità del sito.
 

Per rispondere Entra o Registrati è Gratis…

Perchè dovresti Registrarti?

  • Partecipare e Creare Discussioni
  • Trovare Consigli e Suggerimenti
  • Condividere i tuoi Interessi
  • Informarti sulle Novità

Membri Iscritti online

Nuove Discussioni

Ultimi Messaggi sui Profili

Bellissimo XenForo....😎
FEDERICOSCHI ha scritto sul profilo di Il Custode.
non posso scaricare la versione in italiano
Alto